CAPITALE: Lusaka  – ALTITUDINE: 1280  m

 

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – è richiesto un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla ai viaggiatori di età > a 9 mesi che arrivino da paesi con rischio di trasmissione di febbre gialla e ai viaggiatori  che siano transitati per un periodo > di 12 ore in un aeroporto di un paese con rischio di trasmissione di febbre gialla.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malaria – Il rischio di malaria, principalmente nella forma maligna (P. falciparum clorochino-resistente >90% dei casi), esiste per tutto l’anno nell’intero paese. Prevenzione raccomandata: prevenzione delle punture di insetto più meflochina o doxiciclina o atovaquone/proguanil.
  • Altre malattie trasmesse da artropodi – Sono la principale causa di morbilità. Si riscontrano  la leishmaniosi cutanea e viscerale ed è segnalata in piccoli focolai isolati la tripanosomiasi africana (malattia del sonno). Si verificano  casi di febbre ricorrente e di tifo da pidocchi, pulci e zecche. Focolai naturali di peste sono stati segnalati nel paese. Nuovi virus della famiglia Arenaviridae hanno portato a morte recentemente alcune persone come confermato dalla Special Pathogens Unit, National Institute for Communicable Disease (NICD) del National Health Laboratory Service in Johannesburg e delle branche degli Special Pathogens and Infectious Disease Pathology dei Centers for Disease Con- trol (CDC) di Atlanta.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio elevato. Adottare con scrupolo le norme di sicurezza alimentare e portare in valigia un farmaco come il Normix per utilizzarlo in caso di necessità.
  • Colera – Nel 2012 i casi di colera riportai dal paese sono stati 198, a fronte dei 330 casi con 7 decessi (tasso di letalità del 2,12%) riportati nel 2011. Nel 2010 i casi riportati erano stati 6.794 di cui 62 mortali.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Fortemente endemiche l’epatite A ed E, la febbre tifoide, la giardiasi e le elmintiasi. Focolai isolati di dracunculosi.
  • HIV/AIDS – Rimane alta la prevalenza nella popolazione. L’epidemia da HIV è generalizzata e non coinvolge solo gruppi specifici di popolazione. La maggior  parte della trasmissione  di HIV avviene  per contatto eterosessuale e per trasmissione materno-infantile  durante la gravidanza. La maggior  parte delle nuove infezioni negli adulti avviene in individui i cui partner avevano avuto rapporti eterosessuali casuali (37%).
  • Altre malattie – Sono presenti la schistosomiasi ed il tracoma. Attenzione agli animali rabidi e ai serpenti. Nel paese esiste un’alta prevalenza (> 8%) di portatori del virus HBV, responsabile dell’epatite B. Endemicità elevata per la tubercolosi e la difterite. L’antrace è iperendemico.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, febbre tifoide, polio (richiamo) e rabbia.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

Sebbene le condizioni generali di sicurezza in Zambia siano abbastanza buone, si sono verificati recenti disordini nel centro della capitale  Lusaka. La criminalità è aumentata, seppure in maniera non allarmante, soprattutto nelle città e comunque sono rari gli episodi ai danni di turisti stranieri. Particolarmente severa è la legislazione contro l’uso e il traffico di sostanze stupefacenti. Anche il semplice possesso di medicinali e prodotti omeopatici contenenti sostanze proibite in Zambia può essere perseguito penalmente. Si raccomanda la massima attenzione su tale aspetto ed in caso di necessità si consiglia di dotarsi di un’opportuna prescrizione medica.

Post Correlati

4575

4831