CAPITALE: Tashkent – ALTITUDINE: 460 m

 

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

HIV/AIDS – Il test HIV viene richiesto a coloro che soggiornano per più di 15 giorni. I visitatori a lungo termine devono rinnovare il certificato HIV dopo i primi 3 mesi e in seguito annualmente.

 

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malaria – Un rischio limitato di malaria dovuto esclusivamente a p. vivax esiste da giugno a tutto ottobre in qualche villaggio localizzato nelle parti meridionali ed orientali dal paese al confine con l’Afghanistan il Kyrgyzstan ed il Tagikistan. Prevenzione raccomandata: solo prevenzione delle punture di insetto.
  • Altre malattie trasmesse da artropodi – Rischio di leishmaniosi e di alcune febbri emorragiche.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio elevato. Adottare con scrupolo le norme di sicurezza alimentare e portare in valigia un farmaco come il Normix per utilizzarlo in caso di necessità.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Sono presenti il colera e le altre diarree acquose, la febbre tifoide, l’epatite A ed E e le infezioni elmintiche. Vi può essere inoltre il rischio di giardiasi, echinococcosi e brucellosi.
  • Poliomielite – A seguito della epidemia di poliomielite nel Tagikistan, l’Uzbekistan ha effettuato tre tornate di immunizzazione supplementare, sincronizzando, i propri sforzi con il Tagikistan in maggio-giugno 2010. Dati aggiornati si trovano sul sito relativamente alla voce regional office for europe poliomyelitis e global polio eradication initiative.
  • Altre malattie – Epatite B endemica con alta prevalenza di portatori. Sono descritte epidemie di difterite. Esiste la presenza di rabbia negli animali. La tubercolosi è endemica (esiste un tasso di resistenza agli antibiotici che raggiunge livelli del 14%). Persiste il rischio difterite.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, febbre tifoide, polio (richiamo) e rabbia.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

A causa delle ricorrenti tensioni tra gli elementi fondamentalisti e le Autorità governative, la farnesina sconsigliano i viaggi nelle aree di confine con il Kirghizistan, dove nei mesi scorsi si sono avuti scontri etnici. Viene vivamente sconsigliato recarsi anche nelle zone confinanti con l’Afghanistan e il Tagikistan. la capitale Tashkent e le città di interesse turistico come Samarcanda, Bukhara, Khiva e Nukus sono oggetto di particolari misure di controllo, ma non presentano al momento problemi di sicurezza

Post Correlati

4575

6521