CAPITALE: Vittoria – ALTITUDINE: 0 m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – è richiesto un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla ai viaggiatori di età > a 1 anno che arrivino da paesi con rischio di trasmissione di febbre gialla e a tutti i viaggiatori che siano transitati per un periodo > di 12 ore in un aeroporto di un paese con rischio di trasmissione di febbre gialla.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Altre malattie trasmesse da artropodi – Sono diffuse diverse forme di filariosi. Si riscontrano  la leishmaniosi cutanea e viscerale e si verificano casi di febbre ricorrente e di tifo da pidocchi, pulci e zecche. Dall’inizio di gennaio al 1 marzo 2006 sono stati riportati 4650 casi di Chikungunya. Un team dell’OMS dell’Ufficio regionale per l’Africa è stato dispiegato nella zona dell’Oceano Indiano per valutare il con- trollo delle misure di lotta contro le zanzare nelle differenti isole. La principale misura consiste nel fer- mare la proliferazione delle zanzare riducendo il terreno da cui si nutrono e riproducono. Le attività an- tivettoriali e la distruzione dei siti domestici di nutrimento e riproduzione sono state affiancate ad una vasta campagna di educazione sanitaria per sensibilizzare la popolazione circa i mezzi di prevenzione. La sorveglianza epidemiologica  e quella vettoriale è stata rinforzata.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio elevato. Adottare con scrupolo le norme di sicurezza alimentare  e portare in valigia un farmaco come il Normix per utilizzarlo in caso di necessità.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Sono endemiche e troviamo molto diffuse le elmintiasi di origine alimentare, le dissenterie e le malattie diarroiche (compreso il colera), la giardiasi, la febbre tifoide, l’epatite A ed E.
  • Altre malattie – L’epatite B ha un’endemicità intermedia (2-5% di portatori del virus HBV). Endemicità elevata per la tubercolosi.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, febbre tifoide e rabbia.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

Attacchi di squalo si sono verificati recentemente ai danni di sub nelle acque prospicienti  Anse Lazio beach dell’isola di Praslin. La Seychelles  Maritime Safety Authority ha ritirato i divieti cautelativi di balneazione nelle acque dell’isola di Praslin,  La Farnesina raccomanda, in ogni caso, di attenersi alle eventuali indicazioni impartite dalle stesse Autorità di prestare la massima prudenza durante le immersioni. Per i naviganti esiste un elevato rischio di attacchi ad opera di pirati nella porzione di Oceano Indiano en- tro 1000 miglia marittime dalla costa somala. Episodi di pirateria sono possibili, in particolare, nel Golfo di Aden e nel mare Arabico.

Pin It on Pinterest