Gli agenti eziologici sono Rotavirus che appartengono  alla famiglia delle reoviridae.

Il virus è trasmesso per via fecale e orale e per un contatto diretto da persona a persona sebbene vi sia anche una modalità di trasmissione respiratoria.

Il rotavirus causa una gastroenterite acuta nei neonati ed è associata con una diarrea acuta profusa, vomito e febbre. Può verificarsi una rapida disidratazione specialmente nei bambini molto piccoli che richiede una terapia reidratante. Il virus si replica negli enterociti del piccolo intestino causando un danno esteso ai microvilli che comporta un malassorbimento e una per- dita di liquidi e di elettroliti.

I rotavirus si trovano in tutto il mondo. Sono una causa importante a livello mondiale di diarrea severa disidratante nei bambini al di sotto dei 5 anni. Si calcola che a livello mondiale siano 25.000.000 le visite mediche per questa ragione e siano più di 2.000.000 ogni anno i ricoveri ospedalieri attribuibili ad infezioni da rotavirus. Si calcola che nel 2004 gli esiti fatali siano stati 527.000 (475.000-580.000) principalmente nei paesi a basso reddito. Nei climi temperati l’incidenza della gastroenterite da rotavirus ha il suo picco durante la stagione invernale, mentre in ambienti tropicali questo tipo di gastroenterite si verifica tutto l’anno. La reinfezione dei bambini più grandi e degli adulti è abbastanza comune sebbene l’infezione sia solitamente subclinica.

Il rischio potenziale per i viaggiatori è estremamente limitato poiché la maggior parte degli individui ha una buona immunità attraverso ripetute esposizioni negli anni precedenti della vita. I bambini sotto i 5 anni di età sono a rischio.

Sono internazionalmente  commercializzati due vaccini vivi attenuati orali contro il rotavirus e in un certo numero di paesi la vaccinazione contro il rotavirus è stata introdotta nella vaccinazione di base dell’infanzia. Attualmente l’efficacia clinica dei vaccini contro il rotavirus è stata dimostrata nella maggior parte dei paesi del mondo. L’OMS raccomanda l’inserimento  della vaccinazione contro il rotavirus in tutti i programmi di vaccinazione nazionale, particolarmente nei paesi o aree ad alto rischio di severa malattia ed esiti fatali. La prima dose del Rota Teq o di Rotarix deve essere somministrata all’età di 6-15 settimane con un intervallo tra le dosi di almeno 4 settimane. Il vaccino Rotarix è somministrato per via orale in 2 dosi, mentre il Rota Teq è somministrato sempre per via orale in 3 dosi. L’intervallo tra la prima e la seconda dose deve essere almeno di 4 settimane. Tutte le dosi devono essere somministrate  prima dell’età di 32 settimane. La vaccinazione  non è raccomandata abitualmente per i viaggiatori o per i bambini più grandi al di fuori dei protocolli di vaccinazione dell’infanzia.

Post Correlati

9625