Il contrasto che da secoli gli Stati oppongono alla diffusione di malattie infettive a carattere epidemico, come peste, vaiolo, sifilide, colera e la cooperazione internazionale da secoli ricercata per fronteggiarle ha fatto sì che la Travel Medicine si sia occupata fino ad ora, in modo prevalente, della prevenzione e controllo delle malattie contagiose. Ciò è dovuto anche al fatto che molti paesi coloniali hanno trasferito ai viaggiatori internazionali le stesse attenzioni riservate poco prima ai loro connazionali che partivano per le colonie. Per quanto le malattie infettive costituiscano storicamente la parte prevalente della Travel Medicine, esse sono alla base solo di una percentuale irrilevante di morti nel viaggiatore internazionale. La mortalità è dovuta infatti prevalentemente ad incidenti e malattie cardiovascolari acute. Possono essere numerosi i rischi per la salute e per la sicurezza determinati da situazioni che si presentano in viaggio e in questo capitolo di trattarne alcuni.

Annegamento

Si tratta di un evento statisticamente non trascurabile, non solo in spiagge e mari esotici. Possono morire per annegamento sia provetti nuotatori per esaurimento muscolare dopo sforzi impegnativi sia coloro che sanno nuotare a malapena o affatto, ma che incautamente...

Contraffazione dei farmaci

L’uso di farmaci contraffatti o maldosati rappresenta un grave problema di sanità pubblica che può provocare malattie, morti e farmaco-resistenza. Per definizione, un farmaco contraffatto è un composto non prodotto da un’azienda  farmaceutica, ma presentato come tale...

Crociere

La crociera  è scelta da un numero crescente di turisti, specie da quelli appartenenti alla terza età, a causa delle comodità che offre, delle opportunità di divertimento e vita sociale e nello stesso di vedere a terra città portuali di grande fascino. La durata media...

Disastri naturali ed ambientali

I viaggiatori possono essere esposti, analogamente alla popolazione residente del paese ove si recano, agli effetti di disastri naturali o provocati dall’uomo. Lo tsunami  del 26 dicembre 2004 che fece poco meno di 300.000 vittime in Indonesia e in altri paesi del...

I rischi del viaggio aereo

I viaggi di lunga percorrenza possono comportare rischi legati alla prolungata immobilità (malattia trombo-embolica), allo sfasamento orario (Jet Lag) e alla possibilità di contrarre una malattia infettiva trasmessa per via aerea. Le condizioni  di ipossia della...

Il cuore che viaggia

Le malattie cardio-vascolari  (CV) sono la principale causa di morte e livello globale. Si stima  che 17.3 milioni di persone muoiano annualmente di malattie cardio-vascolari, il 30% di tutte le morti: 7.3 milioni per malattie delle coronarie (le arterie che portano...

Incidenti

Oltre a prevenire la morbilità nel viaggiatore, il medico deve cercare di prevenire la mortalità. Poichè questa nel viaggiatore è dovuta principalmente a malattie cardiovascolari e ad incidenti, soprattutto stradali, è su questi due fronti che egli dovrà impegnarsi...

Introduzione

Il contrasto che da secoli gli Stati oppongono alla diffusione di malattie infettive a carattere epidemico, come peste, vaiolo, sifilide, colera e la cooperazione internazionale da secoli ricercata per fronteggiarle ha fatto sì che la Travel Medicine si sia occupata...

Jet lag

Il Jet lag è un termine usato per definire il complesso di sintomi causati dallo sconvolgimento dell’orologio interno del corpo che controlla i ritmi circadiani.  Lo sconvolgimento si verifica attraversando più fusi orari, per esempio viaggiando da est verso ovest o...

Patologie da immersione subacquea

Ogni anno sono in crescente aumento le persone che durante le vacanze praticano sport subacquei in immersione durante il bagno in mare. Infatti, il fascino dell’universo subacqueo attira sempre nuovi adepti e appassionati, che, tuttavia, non sono sempre altrettanto...