CAPITALE: Londra – ALTITUDINE: 10 m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Nessun obbligo di vaccinazione per i viaggiatori internazionali.

 

RISCHI PER LA SALUTE

L’incidenza delle malattie trasmissibili è tale che il viaggiatore non corre verosimilmente rischi maggiori rispetto a quelli del proprio paese.

  • Colera – Nel 2011 sono stati riportati 32 casi di colera importati.
  • BSE – Il Regno Unito aveva avuto negli scorsi anni una estesa epidemia nel bestiame di Encefalopatia Bovina Spongiforme (BSE). Dal 1995 al giugno del 2002 erano stati notificati 124 casi umani della variante della malattia di Creutzfeldt-Jacob.
  • HIV/AIDS – Alla fine del 2010, si stimava che 91.500 persone vivessero con l’infezione da HIV. Circa ¼ era ignaro del fatto. Nel 2010 più della metà delle diagnosi di HIV erano dovute a rapporti eterosessuali (nel 65% si trattava di africani di razza negra). Nel 44% dei casi l’infezione è avvenuta per trasmissione omosessuale.
  • Infezione da nuovi coronavirus MERS-CoV– Il 22 settembre 2012 il Regno Unito aveva informato l’OMS di un caso di sindrome respiratoria acuta con insufficienza renale in un soggetto nato in Qatar con storia recente di viaggio in Arabia Saudita. L’uomo, di 49 anni, aveva manifestato i sintomi il 3 settembre 2012. Era stato ricoverato in unità di cura intensiva a Doha in Qatar. L’11 settembre era stato trasferito nel Regno Unito in aeroambulanza dal Qatar. La Health Protection Agency del Regno Unito (HPA) aveva condotto test di laboratorio e confermato la presenza di un nuovo coronavirus.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine.

 

SICUREZZA

Nell’ultimo anno si è verificato un aumento della criminalità comune (furti e scippi). Il nostro ministero raccomanda quindi di prestare la massima attenzione e cautela quando si viaggia in autobus o metropolitana o in luoghi affollati. Le periferie di alcune tra le principali città dell’Inghilterra sono state teatro, nell’agosto 2011, in particolare nelle ore notturne, di fermenti sociali e violente proteste, con episodi di vandalismo e saccheggi. Da allora la situazione è tornata alla normalità. Si raccomanda inoltre di recarsi negli aeroporti con largo anticipo rispetto all’ora di partenza per i ritardi legati ai controlli.

Pin It on Pinterest