CAPITALE: Libreville – ALTITUDINE: 10 m

 

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla - Un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età superiore a un anno.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malaria - Il rischio di malaria, principalmente da P. falciparum (90%), esiste tutto l’anno in tutto il paese. Segnalata resistenza alla clorochina e alla sulfadossina-pirimetamina. Prevenzione raccomandata: prevenzione delle punture di insetto più meflochina o doxiciclina o atovaquone/ proguanil.
  • Febbre gialla - Periodicamente, fra la popolazione non vaccinata, si verificano epidemie di febbre gialla. A chi intende visitare il paese si raccomanda, pertanto, la vaccinazione contro la febbre gialla.
  • Altre malattie trasmesse da artropodi - Sono la principale causa di morbilità. Oltre alla malaria, sono diffuse diverse forme di filariosi. Esistono focolai endemici di oncocercosi (cecità dei fiumi) e si riscontrano, a volte, nelle aree più secche, la leishmaniosi tanto cutanea che viscerale. La tripanosomiasi africana (malattia del sonno) è segnalata principalmente in piccoli focolai isolati e si verificano  casi di febbre ricorrente e di tifo da pidocchi, pulci e zecche. La tungosi è diffusa e molte malattie virali, trasmesse da zanzare, flebotomi, zecche ecc., si presentano sotto forma di febbri emorragiche gravi. Nel 2007, un’epidemia di Chikungunya aveva interessato il Gabon, soprattutto Libreville, la capitale. I sintomi principali erano cefalea, artralgia pronunciata e rash cutaneo. Al 24 giugno erano stati segnalati 17.618 casi in totale, 808 dei quali ricoverati in ospedale.
  • Diarrea del viaggiatore - Rischio elevato. Adottare con scrupolo le norme di sicurezza alimentare e portare in valigia un farmaco come il Normix per utilizzarlo in caso di necessità.
  • Poliomielite – Il 15 gennaio 2011 è stato riportato 1 caso di polio con paralisi dovuto al virus selvaggio di tipo 1.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Fortemente endemiche sono l’epatite A ed E, la febbre tifoide, la giardiasi e le elmintiasi (in particolare la paragonimiasi o distomatosi polmonare). Fo- colai isolati di dracunculosi.
  • Altre malattie - Riportate epidemie di virus Ebola con diffusione intrafamiliare e nosocomiale. Molto diffusa la schistosomiasi e il tracoma. Tra le altre malattie, sono da ricordare certe febbri emorragiche da arenavirus, spesso mortali. Per quanto riguarda la febbre di Lassa un serbatoio del virus esiste in un ratto molto comune del gruppo Mastomys natalensis. Questo serbatoio è presente in alcune zone rurali del paese. Il viaggiatore deve inoltre fare attenzione agli animali rabidi e ai serpenti. Nel paese esiste un’elevata prevalenza (>dell’8%) di portatori del virus HBV, responsabile  dell’epatite B. Endemicità elevata per la tubercolosi e la difterite. Segnalate anche la rabbia, la leptospirosi, la febbre Q e l’antrace.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: Quelle  di routine, epatite A, febbre tifoide, meningite meningococcica e rabbia.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

ll Gabon è ancora considerato uno dei Paesi più sicuri di tutta l’Africa; tuttavia la situazione del controllo del territorio va progressivamente degradandosi. Sono inoltre sempre più frequenti le aggressioni a mano armata presso i domicili di cittadini stranieri a reddito medio alto. Sono considerate zone a rischio:la boscaglia e foresta equatoriale, da visitare solo se accompagnati da guide locali a causa della diffusa presenza di rettili ed elefanti e della facilità di perdita dell’orientamento; le zone isolate e i quartieri po- polari a forte densità abitativa (mercati, bidonvilles, ecc) vanno sempre evitati, così come le aree periferiche delle città.

Post Correlati

4437

6382