CAPITALE: Addis-Abeba – ALTITUDINE: ALTITUDINE: 2400  m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età superiore a un anno provenienti da paesi con rischio di trasmissione di febbre gialla.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malaria – Il rischio di malaria, dovuto per il 60-70% a P. falciparum e per il 30-40% al P.vivax, esiste tutto l’anno nell’intero paese ad di sotto dei 2500 m. Segnalata P. falciparum resistente alla clorochina e alla sulfadossina-pirimetatima. Riportata resistenza  del P.vivax alla clorochina. Non vi è nessun rischio ad Addis-Abeba. Prevenzione raccomandata: prevenzione delle punture di insetto più meflochina o doxiciclina o atovaquone/proguanil.
  • Febbre gialla – Esiste un rischio di febbre gialla per cui si raccomanda la vaccinazione contro questa malattia.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio elevato. Adottare con scrupolo le norme di sicurezza alimentare e portare in valigia un farmaco come il Normix per utilizzarlo in caso di necessità.
  • Colera – Nel 2010 l’Etiopia ha riportato 1.682 casi di cui 21 mortali (tasso di letalità dell’1,25%). In passato l’Etiopia aveva riportato un numero di casi 8/10 volte superiore.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Sono diffuse l’epatite A ed E (di cui sono state segnalate vaste epidemie), la febbre tifoide, la giardiasi e le elmintiasi di origine alimentare. Nel 2013 sono stati riportati 212 casi di dracuncolosi. L’echinococcosi è diffusa nelle zone di pastorizia.
  • Poliomielite – Nel 2013 sono stati riportati 9 casi di pilo mielite. Si tratta dei primi casi dovuti al polio virus selvaggio dal 2008. La situazione è sempre molto fluidi. Aggiornamenti si possono trovare digitando: http://www.polioeradication.org/Dataandmonitoring/Poliothisweek.aspx e http://wwwnc. cdc.gov/travel/destinations/traveler/none/kenya.
  • Meningite meningococcica – L’Etiopia appartiene alla cintura meningococcica. Nel paese si verificano periodicamente epidemie. Il rischio della malattia va coperto pertanto con la vaccinazione.
  • Altre malattie – Diffusa è la schistosomiasi, come pure il tracoma. Tra le altre malattie, sono da ricorda- re certe febbri emorragiche da arenavirus, spesso mortali. Il viaggiatore deve inoltre prestare attenzione agli animali rabidi e ai serpenti. Nel paese esiste un’elevata prevalenza (> 8%) di portatori del virus HBV, responsabile dell’epatite B. L’antrace è iperendemico. Endemicità elevata per la tubercolosi e la difterite. Nel 2012 sono stati segnalati 3776 nuovi casi di lebbra.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: Quelle  di routine, epatite A, febbre tifoide, polio (richiamo), meningite meningococcica e rabbia.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

L’Etiopia è un Paese generalmente stabile. É  in generale tuttavia consigliato ai viaggiatori il mantenimento di un’elevata soglia di attenzione e l’adozione di misure di cautela. Dalla fine del 2012 l’Etiopia dispiega un contingente militare in territorio somalo in funzione antiterrorismo. Tale esposizione nell’area più instabile della regione eleva il livello della minaccia dell’estremismo islamico (Al Shabaab). L’area di confine tra Etiopia ed Eritrea è da ritenersi altamente instabile. Nella localita’ di Shashamane, si sono registrati ultimamente alcuni furti a danno di turisti ed è quindi opportuno prestare particolare attenzione ai propri oggetti personali. La capitale Addis Abeba risulta essere abbastanza sicura, anche se talvolta si sono registrati episodi di criminalità comune (scippi, rapine) soprattutto nella zona del mercato, dove peraltro sorgono luoghi di culto islamici (moschee di Bilal-Benin ed Anwar) da evitare, specialmente in occasione della preghiera del venerdì. Nel gennaio 2012 un gruppo di turisti internazionali era stato attaccato da una banda armata in Dancalia (Danakil Region), presso il vulcano di Erta Ale. Tale attacco aveva causato la morte di 5 turisti ed il grave ferimento di altri 2.

Pin It on Pinterest