CAPITALE: Zagabria – ALTITUDINE: 140 m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Nessun obbligo di vaccinazione per i viaggiatori internazionali.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malattie trasmesse da artropodi – Si osservano casi sporadici  di tifo murino, tifo trasmesso da zecche, leishmaniosi cutanea e viscerale. Si possono verificare  casi di encefalite da zecche e di malattia di Lyme.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio moderato.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Esiste un rischio di epatite A. Si possono verificare casi di brucellosi e di echinococcosi. L’incidenza di certe malattie trasmesse per via alimentare come la salmonellosi e la campilobatteriosi è in aumento.
  • Altre malattie – Epatite B ad endemicità intermedia (2-5%) di portatori del virus HVB.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, rabbia ed encefalite da zecche.

 

SICUREZZA

Le condizioni  generali  di sicurezza del Paese sono buone. Si segnala tuttavia la persistenza di aree del Paese non ancora del tutto bonificate da ordigni quali mine anti – uomo e bombe inesplose, risalenti al conflitto inter–jugoslavo. Nei numerosi locali di Zagabria e delle principali località turistiche croate, (in particolare in quelli che offrono programmi di “strip-tease”), si sono registrati numerosi casi di contestazioni sui prezzi praticati per il consumo di cibi e bevande, soprattutto alcoliche. Si segnala altresì che nel 2013 è stato introdotto nel codice penale croato il reato di guida pericolosa. Conseguentemente, anche infrazioni minori, che in Italia darebbero luogo a sanzioni amministrative, possono condurre a subìre un procedimento penale.  Si raccomanda pertanto di rispettare scrupolosamente le norme del codice stradale.

Pin It on Pinterest