CAPITALE: Sofia  – ALTITUDINE: 570 m

 

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Nessun obbligo di vaccinazione per i viaggiatori internazionali.

HIV  – Gli stranieri che rimangono per più di un mese devono sotto- porsi al test per l’HIV entro 72 ore dal loro arrivo.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malattie trasmesse da artropodi – Nei territori boscosi e nelle aree rurali è frequente incontrare l’encefalite da zecche ed il morbo di Lyme. Tra le malattie trasmesse da zecca c’è anche la Febbre emorragica di Crimea-Congo causata da un virus appartenente alla famiglia delle Bunyaviridae, genere Nairovirus.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio moderato.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Frequenti durante i mesi estivi e autunnali sono le dissenterie bacillari, altre diarree e la febbre tifoide. Può verificarsi l’echinococcosi (idati- dosi).
  • Altre malattie – Esiste la rabbia animale. Sono risultate coinvolte nove delle 28 regioni del paese (Michailovgrad, Vrtsa, Pleven, Veliko, Tarnovo, Targoviste, Ruse, Razgrad, Gabrovo e Lovetch) tutte situate nel nord della Bulgaria, nella parte occidentale e centrale della valle del Danubio. La rabbia era stata messa in evidenza con il metodo dell’immunofluorescenza nei seguenti animali: volpi, lupi, cani, gatti, bovini, montoni e capre. Nel paese esiste un’elevata prevalenza (> 8%) di portatori del virus HBV, re- sponsabile dell’epatite B. Riportati casi di istoplasmosi.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, ed encefalite da zecche.

 

SICUREZZA

La situazione politico-sociale  è caratterizzata da diffuse tensioni antigovernative nelle principali città della Bulgaria, che tuttavia hanno conservato sinora carattere pacifico. Un attentato terroristico ha avuto luogo all’aeroporto di Burgas nell’luglio 2012, nel quale hanno perso la vita 5 cittadini israeliani e un bulgaro; da allora tuttavia non ci sono stati episodi analoghi. Per quanto concerne i fenomeni della microcriminalità (scippi, furti di denaro e documenti), continuano a registrarsi diversi episodi nei confronti degli stranieri, soprattutto turisti, ed in particolare nella capitale Sofia e nelle zone costiere durante il periodo estivo. Nu- mero di persone che parlano lingue straniere  veicolari. Si sconsiglia di affrontare lunghi percorsi extraurbani nelle ore serali e notturne, in particolare con veicoli di lusso o con targhe estere.

Post Correlati

4575

6521