CAPITALE: Thimphu/Punakha – ALTITUDINE: 2.740  m

 

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – É richiesto un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla ai viaggiatori di età > ad 1 anno che arrivino da paesi con rischio di trasmissione di febbre gialla o che siano transitati per un aeroporto di un paese con rischio di trasmissione di febbre gialla.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malaria – Il rischio di malaria esiste per tutto l’anno in aree focali nella cintura meridionale del paese comprendente sette distretti: Chukha, Pemagatshei, Samdrup, Jonkhar, samtse, Sarpang e Zhamgang. Non vi è trasmissione in 4 distretti: Bumthang, Gasa, Thimphu, e Paro. Trasmissione stagionale durante i mesi estivi piovosi si verifica in aree focali del resto del paese. Riportata resistenza alla clorochina e alla sulfadossina-pirimetamina del P. falciparum.  Prevenzione raccomandata  nelle aree a rischio: prevenzione delle punture di insetto più meflochina o doxiciclina o atovaquone/proguanil.
  • Encefalite giapponese- Esiste un rischio stagionale di trasmissione. La prossimità  ad altre aree endemiche e la presenza del vettore fanno pensare che sia probabile la trasmissione del virus specie nelle aree non montagnose. Il paese dispone di 5 siti sentinella per la sorveglianza epidemiologica
  • Altre malattie trasmesse da artropodi – E’ presente la dengue. I casi di leishmaniosi cutanea e viscerale e di febbre da flebotomi sono in aumento.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio elevato. Adottare con scrupolo le norme di sicurezza alimentare e portare in valigia un farmaco come il Normix per utilizzarlo in caso di necessità.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Sono diffuse le malattie diarroiche, la febbre tifoide (che sta diventando sempre più resistente ai comuni antibiotici), le elmintiasi e l’epatite A ed E.
  • Altri rischi ed altre malattie – Prestare attenzione ai serpenti e agli animali rabidi. Alta endemicità per l’epatite B e la tubercolosi

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, febbre tifoide, encefalite giapponese e rabbia.

 

SICUREZZA

L’Italia non intrattiene rapporti diplomatici con il Regno del Bhutan, pertanto non vi sono Rappresentanze diplomatico-consolari italiane accreditate nel Paese. Al momento, non risultano presenti neppure Amba- sciate di altri Paesi dell’UE. Non sono pertanto disponibili informazioni e notizie sulla situazione del Paese che provengano da nostre fonti istituzionali. In caso di emergenza, l’assistenza ai connazionali è quindi di difficile attuazione, se non impraticabile.

Post Correlati

4575

6521