CAPITALE: Dhaka  – ALTITUDINE: 10 m

 

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla - Un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età maggiore di 1 anno che provengono da Paesi con rischio di trasmissione di febbre gialla.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malaria - Il rischio di malaria esiste tutto l’anno, ma la trasmissione avviene nelle aree rurali in 13 dei 64 distretti. Il rischio è alto nei distretti del Chittagong Hill Tract (Bandarban, Rangamati e Khagrachari), nel distretto di Chittagong e in quello di Cox Bazaar. Esiste un basso rischio nei distretti di Hobigoni, Moulvibazar, Sylhet, Sunamgoni, Mymensigh, Netrakona, Sherpur e Kurigram.  Le maggior  parti del paese, inclusa la città di Dacca, non hanno rischio di malaria. Segnalata resistenza alla clorochina e alla sulfadossina-pirimetamina. Prevenzione raccomandata: prevenzione delle punture di insetto più meflochina o doxiciclina o atovaquone/proguanil.
  • Encefalite giapponese - Esiste un rischio di trasmissione di encefalite giapponese da maggio a ottobre. Sono stati identificati casi nelle divisioni di Chittagong,  Dacca, Khulna, Rajshahi (dove pare che l’incidenza sia la più alta) e Sylhet. Epidemie segnalate nel distretto di Tangail, Divisione di Dacca. Il paese ha due soli siti sentinella per la sorveglianza epidemiologica.
  • Altre malattie trasmesse da artropodi - Possono aver luogo epidemie di dengue. La filariosi è frequen- te. Si è osservato un netto aumento della leishmaniosi viscerale. Segnalata la febbre ricorrente da zecche e la febbre da flebotomi.
  • Diarrea del viaggiatore - Rischio elevato. Adottare con scrupolo le norme di sicurezza alimentare e portare in valigia un farmaco come il Normix per utilizzarlo in caso di necessità.
  • Colera – Il colera è fortemente endemico. L’incidenza della malattia è massima in occasione delle inon- dazioni che colpiscono parti del sud-est asiatico durante la stagione dei monsoni. Nel 2012 si stima si sia verificato più dii un milione di casi di diarrea acquosa acuta, ma si ignora la percentuale attribuibile al Vibrio cholerae.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua - Oltre al colera, l’epatite A ed E (di cui possono verificarsi vaste epidemie), la febbre tifoide (che sta diventando sempre più resistente ai comuni antibiotici) e le elmintiasi. Si riscontrano anche casi di brucellosi ed echinococcosi (idatidosi).  Sono comuni le infezioni  mediche  che possono causare anche ascessi epatici.
  • Poliomielite – Nel paese continua la trasmissione di poliovirus selvaggio proveniente dai paesi endemici.
  • Altri rischi ed altre malattie - Nel paese esiste un’elevata prevalenza (> 8%) di portatori del virus HBV, responsabile dell’epatite B. Bisogna fare attenzione ai serpenti e agli animali rabidi. La tubercolosi è endemica (100-300 nuovi casi l’anno per 100.000 abitanti). Un’epidemia di Nipah virus era avvenuta nel 2004. Nel 2012 segnalati 3.688 casi di lebbra.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, febbre tifoide, encefalite giapponese e rabbia.

 

SICUREZZA

Si registra un progressivo deterioramento  della situazione dell’ordine pubblico a causa dell’intensificarsi degli scontri tra avverse fazioni politiche. Ormai a cadenza settimanale si susseguono scioperi, manifestazioni e cortei di protesta che spesso degenerano in scontri anche violenti, che vedono spesso il coinvolgimento delle stesse forze di polizia. E’ assolutamente necessario durante la permanenza nel Paese evitare luoghi di eventuali proteste (come ad esempio, a Dhaka, l’area universitaria nella zona sud della città, le zone adiacenti a Piazza Shahbag, il quartiere di Mirpur e l’intera area di Motijil). Il Paese è teatro di frequenti alluvioni che comportano gravi conseguenze in termini di danni alle perso- ne e alle abitazioni.

 

Post Correlati

4370

6249