CAPITALE: Jerevan  – ALTITUDINE: 1000  m

 

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Nessun obbligo di vaccinazione per i viaggiatori internazionali.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malaria – Rischio di malaria limitato. Dovuto esclusivamente a P. vivax, può esistere in piccoli focolai da giu- gno a fine ottobre in alcuni villaggi della valle di Ararat. Non vi è nessun rischio nelle zone turistiche. Nessun caso autoctono riportato dal 2006. Prevenzione raccomandata: solo prevenzione delle punture di insetto.
  • Malattie trasmesse da artropodi – Esiste il rischio di leishmaniosi viscerale e cutanea. Sono presenti anche l’encefalite da zecche, la febbre ricorrente, la febbre da flebotomi e la febbre emorragica di Crimea Congo.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio elevato. Attenzione agli alimenti e Normix in valigia.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Esiste il rischio di epatite A, febbre tifoide.
  • Altre malattie – L’epatite B è endemica con alto numero di portatori; sono state descritte epidemie di difterite. Tubercolosi endemica.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, febbre tifoide e rabbia.

 

SICUREZZA

Con la nomina del nuovo Governo avvenuta ai primi di maggio, dopo le elezioni presidenziali e a conclusione anche delle elezioni municipali per la citta’ di Jerevan del 5 maggio 2013, la situazione politica interna del Paese sembra essersi stabilizzata e attenuata quella generale tensione che la competizione politica aveva precedentemente suscitato. Sono da evitare le zone di prossimità ad Azerbaijan e Nagorno-Karaba- kh, in particolar modo a causa delle numerose violazioni del “cessate il fuoco” registrate negli ultimi mesi, che continuano a causare una elevata tensione.

Post Correlati

4575

6521